In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
Romans d’isonzo

Irisacqua rimuove i tubi in amianto Interventi a Versa

1 minuto di lettura

Romans

«Nel 2007, quando Irisacqua ha effettuato il censimento di queste tubature, in questo comune vi erano quasi 20 km di condotte in cemento amianto. Ne abbiamo già sostituiti 3,8 e altri 6 verranno dismessi nel corso dei prossimi tre anni, nella prima tranche di interventi del progetto decennale che abbiamo intrapreso. I circa dieci km rimanenti verranno rimossi entro i prossimi dieci anni», ad a dirlo è stato l’amministratore unico di Irisacqua Gianbattista Graziani che nei giorni scorsi ha incontrato il sindaco di Romans Michele Calligaris con gli assessori Alessio Bosch, Verdiana Verzegnassi e Francesca Bellanca.

Graziani e Calligaris hanno concordato sull’opportunità di un confronto tra gli uffici tecnici affinché i lavori siano coordinati e possano integrarsi con le attività di asfaltature e di manutenzione che l’amministrazione comunale ha in programma, al fine di limitare al minimo i cantieri e i disagi per la cittadinanza.

Romans è interessata inoltre in questi giorni dal primo lotto di sostituzione dei contatori obsoleti, un altro progetto decennale che Irisacqua ha intrapreso per dotare tutte le utenze della provincia di contatori di nuova generazione, adatti anche alle letture da remoto in un’ottica di smart city che aiuteranno ad avere letture più precise e a intercettare con tempestività le perdite occulte.

Nell’incontro l’Assessore all’Ambiente Alessio Bosch ha rappresentato a Graziani l’esigenza di intervenire nel territorio di Versa, dove è collocato il depuratore di Irisacqua, al fine di mitigare il rischio idrogeologico in concomitanza con importanti precipitazioni piovose. «La frazione di Versa - ha spiegato Bosch - si trova alla confluenza tra Judrio e Torre e in occasione di precipitazioni eccezionali quel territorio è soggetto ad allagamenti che possono interessare anche l’abitato, oltre ai terreni agricoli». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori