In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Marco Silvestri / Moraro

A Moraro possono riprendere i lavori per la realizzazione della nuova tribuna coperta nel campo sportivo comunale. Gli interventi erano stati bloccati in ottobre a causa del rinvenimento durante gli scavi di amianto abbandonato sotto il terreno. L’area è stata bonificata e si è proceduto anche all’eliminazione dei materiali della vecchia recinzione del campo che erano stati seppelliti insieme all’eternit e occultati, all’insaputa di tutti, molti anni fa.

Il cronoprogramma prevede dopo la ripresa degli interventi con i movimenti di terra, la realizzazione del basamento della tribuna. Si spera che con la ripresa dei lavori non ci sia il ritrovamento di altri detriti o lastre di amianto che possano poi provocare un nuovo stop. I lavori non causeranno nessuna interruzione dell’attività del Fbc Moraro che in questa stagione milita nel campionato di Seconda Categoria. C’è in previsione anche la pausa natalizia dei tornei dilettantistici da oggi al 15 gennaio. La squadra si potrà comunque allenare senza nessun problema. La realizzazione della nuova tribuna, per una spesa di 223 mila euro, è stata programmata dall’ex amministrazione Colombo grazie a un contributo regionale di 200 mila euro e a 23 mila euro ottenuti tramite l’ormai ex Uti Alto Isonzo.

Il progetto prevede una tribuna coperta con tre gradini che può contenere 100 spettatori e un’entrata e un’uscita del pubblico più funzionali delle attuali, condizionate dall’ingresso in campo dei giocatori dagli spogliatoi. L’area indicata per la costruzione è la storica collinetta sul lato del campo di calcio che guarda in direzione Corona, dove ormai da molti anni gli spettatori si posizionano per guardare le partite. È proprio durante gli scavi della collinetta che sono stati rinvenuti dall’appaltatrice, la Dea Società Cooperativa, le lastre di eternit e altri materiali edilizi e pezzi in ferro. Il neosindaco Lorenzo Donda si è adoperato per la soluzione del problema e con la ditta esecutrice degli interventi, con la direzione lavori e con la società bianconera ha disposto la ripresa delle operazioni di scavo che, come detto, avranno luogo già in questo mese. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori