Contenuto riservato agli abbonati

Pahor critica davanti a Biden la deriva sovranista in Slovenia

Il capo dello Stato, senza mai fare nomi, ha fatto chiaramente capire la deriva che si sta vivendo nel Paese. Lubiana però non vuole essere parte del problema

LUBIANA. Cruciale più per la politica interna che quella estera, il discorso pronunciato dal presidente della Slovenia Borut Pahor al suo intervento su invito del presidente statunitense Joe Biden al Vertice sulla democrazia fortemente voluto dall’inquilino della Casa Bianca.

Perché l’onestà intellettuale del capo di Stato sloveno non poteva certo fargli pronunciare alcune banalità di rito giusto per fare presenza. Così Pahor, con parole estremamente misurate ma diplomaticamente molto precise e chiare ha fatto capire che in Slovenia le cose non sono proprio rose e fiori.

Video del giorno

Leonardo Del Vecchio, l'arrivo del feretro alla camera ardente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi