Contenuto riservato agli abbonati

Indagine sui media vicini al partito di Janša salgono a 12 i milioni dei fondi ungheresi

La commissione parlamentare sta valutando la presunta provenienza illecita di denaro nelle casse della Sds

LUBIANALa commissione del Parlamento sloveno che sta indagando sulla presunta provenienza illecita di denaro nelle casse del partito del premier Janez Janša (Sds) da finanziatori ungheresi si è impantanata ieri nella palude delle mancate presenze alle sue convocazioni dei diretti interessati dei casi sospetti (tutti).

La stampa indipendente no e ha in mano i documenti che confermano come oltre ai 4 milioni di euro di cui si sta discutendo da tempo dall’Ungheria sono giunti altri 8 milioni di euro (in tutto quindi 12 milioni tra il 2017 e il 2020) per foraggiare le casse dei media controllati dalla Sds.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi