Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, il Comune esclude i magazzini Greensisam dal piano alienazioni

Sono gli stabili dove dovrebbe nascere il “Pirellone” della Regione. Assenti anche Villa Cosulich e Haggincosta, inclusi invece il Carciotti e Casa Francol

TRIESTE Magazzini Greensisam? Assenti. Villa Cosulich? Assente. Villa Haggincosta? Assente. Casa Francol? Presente. Palazzo Carciotti? Presente. Secondo copione.

La giunta comunale, su proposta dell’assessore Elisa Lodi detentrice nel IV Dipiazza dell’Immobiliare oltre che dei Lavori pubblici, ha dato la stura al Piano delle alienazioni-valorizzazioni valido per il triennio 2022-24. Sommando le tre annate, il valore dei beni in vendita cuba circa 60 milioni di euro, ma i due terzi dell’ammontare si concentrano nei 24,7 milioni chiesti per l’area ortofrutticola Giulio Cesare-Ottaviano Augusto e nei 14,9 milioni periziati (con deprezzamento dopo varie aste deserte) per palazzo Carciotti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Sci paralimpico, Mondiali: Martina Vozza in azione assieme alla guida Ylenia Sabidussi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi