Contenuto riservato agli abbonati

Quarta ondata in Fvg, smart working in risalita negli enti pubblici e nelle imprese

Inps e Comune di Trieste fanno segnare l’incidenza più alta di lavoratori a casa. Nel privato Allianz e Generali toccano il 90 % e tra le industrie spicca Wärtsilä

TRIESTE Con la risalita di contagi e ricoveri che ha portato la regione dal 29 novembre in giallo, anche il ricorso allo smart working è tornato a rappresentare una risorsa fondamentale per prevenire la diffusione del virus, negli enti pubblici e soprattutto nelle aziende, dalle fabbriche ai colossi assicurativi.

Rispetto alle altre tre, in questa quarta ondata l’immunizzazione di centinaia di migliaia di lavoratori costituisce ovviamente un’arma decisiva, «ma vediamo che anche negli ambienti di lavoro il virus sta tornando a diffondersi e quindi lo smart, che al momento coinvolge mediamente il 10 % del personale delle imprese iscritte alla nostra associazione, diventa di nuovo molto utile e sarà ulteriormente implementato – rimarca il presidente di Confindustria Alto Adriatico, Michelangelo...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi