Contenuto riservato agli abbonati

Regione Fvg, Roberti apre al lavoro agile ma solo per i vaccinati: «Ci vorrà il super pass»

Dopo settimane di sollecitazioni da parte dei sindacati l’assessore dà il via libera escludendo  i no vax per evitare che utilizzino l’opzione domestica per sottrarsi all’obbligo del tampone 

TRIESTE I cugini poveri (dello smart working). Si sentono così i lavoratori della Regione che, fra tutti gli enti pubblici del Friuli Venezia Giulia, è quello che ha dato la maggiore stretta alla possibilità di lavorare da casa, dopo che il decreto Brunetta ha stabilito il ritorno al lavoro in sede come soluzione ordinaria per gli impiegati della pubblica amministrazione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi