Contenuto riservato agli abbonati

L’Italia studia un farmaco anti varianti

Ricerca di Istituto di Tecnologia, Scuola superiore Sant’Anna e Università di Milano: bene le prime sperimentazioni

MILANO. Per ora è solo il primo passo, ma la rivoluzione nella lotta al Covid19 potrebbe arrivare da uno studio di tre scienziati italiani pubblicato sulla rivista Pharmacological Research. La strategia elaborata dai tre docenti e ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia, della Scuola Superiore Sant’Anna e dell’Università degli Studi di Milano punta a «bloccare la porta d’ingresso» di una qualsiasi variante di Sars-CoV-2 mascherando quella parte del recettore ACE2 che il virus usa per entrare nelle cellule umane.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi