Gorizia, torna l’incubo della puzza nel rione Montesanto: «Siamo barricati in casa»

I residenti scrivono una lettera all’ufficio ambiente

GORIZIA Proteste. Tante proteste. Come se gli anni fossero passati invano. Martedì mattina, in una parte del rione Montesanto, l’aria è tornata a irrespirabile e il pensiero di tutti è andato, ancora una volta, all’attività della fonderia Livarna che si trova a Salcano, in Slovenia, a pochi passi dal confine.

Una storia annosa cadenzata da denunce, nascite di comitati, rimostranze, anche se negli ultimi anni le segnalazioni parevano essersi affievolite.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi