Contenuto riservato agli abbonati

Minacce a Fedriga dai no vax, il governatore sotto scorta

Misura necessaria dopo le decine di minacce ricevute a causa della sua posizione favorevole alla vaccinazione: «Spero per la mia famiglia che duri poco»

TRIESTE. Il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, è costretto dalla scorsa settimana a vivere sotto scorta a causa delle decine di minacce ricevute dal mondo no vax in virtù della sua posizione a favore della campagna vaccinale.

Fedriga, negli ultimi mesi, è stato anche tra i più acerrimi nemici, politicamente parlando, della galassia di coloro che si oppongono all’immunizzazione anti-Covid arrivando, in conferenza stampa, ad attaccare duramente i no vax e diventando il principale sostenitore dell’adozione del Green pass in forma rafforzata che, in sostanza, impedisce l’accesso a qualsiasi attività sociale a chi rifiuta la somministrazione del vaccino stesso.


Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi