Contenuto riservato agli abbonati

La Serbia paralizzata dalle proteste contro l’avvio della miniera di litio

Blocchi stradali in tutto il Paese. Nessun incidente di rilievo. Traffico in tilt per ore a Belgrado

BELGRADOAncora più gente rispetto a una settimana fa, la capitale paralizzata per ore, decine di blocchi stradali in tutto il Paese, da Novi Sad al nord fino a Sid, nel sud. Ma per fortuna nessun incidente di rilievo, malgrado l’atmosfera di altissima tensione e qualche isolata provocazione e incidenti di scarso rilievo. È il bilancio della grande “blokada”, la paralisi per proteste dell’intera Serbia, ostaggio per qualche ora di migliaia di manifestanti, ambientalisti, ecologisti e avversari del governo, uniti dal filo rosso della rabbia verso il controverso progetto di estrazione del litio da parte del colosso Rio Tinto, nell’area di Ložnica.

E

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tv, Sabina Guzzanti è Berlusconi: "Mi candido come prima donna al Quirinale"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi