Contenuto riservato agli abbonati

Il piano Asugi per Trieste dimezza i Distretti sanitari e i Centri di salute mentale

Le strutture territoriali scendono da quattro a due. Nessun taglio nell’Isontino. Nasce un nuovo Dipartimento per le cure specialistiche. Rivisti gli organigrammi

TRIESTE Distretti sanitari e Centri di salute mentale ridotti da quattro a due, nascita del nuovo Dipartimento per le cure specialistiche territoriali e bandi per primari all’orizzonte. L’Asugi ha appena licenziato la bozza dell’atto aziendale che, a due anni di distanza dalla riforma Riccardi, applicherà il riordino della sanità voluto dalla giunta Fedriga. La delibera di settembre sottolineava la sempre più necessaria integrazione ospedale-territorio e prevedeva per Trieste il mantenimento di quattro Distretti e altrettanti Csm, ma lo schema dell’Azienda sanitaria dimezza le articolazioni territoriali a Trieste, mentre resta immutato l’organigramma del versante goriziano e monfalconese.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi