Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, l’ipotesi dell’overdose sulla morte di Alina, ecco tutto quello che sappiamo

La 43enne, madre di tre figlie, soffriva anche di epilessia. Resta aperta la pista dell’omicidio. Serviranno autopsia e test tossicologico per accertare le cause del decesso

TRIESTE Alina Trush era dipendente dalla cocaina e dall’eroina. E soffriva di epilessia. In almeno un’occasione – documentata da atti giudiziari – dopo un’assunzione di stupefacente la donna aveva avuto «un attacco» e una «crisi confusionale». Il retroscena emerge da una vicenda di spaccio in cui Alina risultava coinvolta come assuntrice nel 2017.

È stata quindi una overdose, o una crisi epilettica, o le due cose insieme, a uccidere la quarantatreenne di origini ucraine?

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi