Contenuto riservato agli abbonati

“La città emporio. Se non avesse il porto Trieste non sarebbe davvero Trieste. Punto e basta”

Trieste è il suo porto. Come un brivido carsico scorrono sotto pelle ai triestini gli ultimi trecento anni di storia della loro città, una manciata appena nel conto dei millenni, ma bastante perché il suo porto ne registri la subitanea crescita esponenziale in termini strutturali, economici, demografici.

TRIESTE Trieste non sarebbe Trieste. Trieste è il suo porto. Punto e basta. Come un brivido carsico scorrono sotto pelle ai triestini gli ultimi trecento anni di storia della loro città, una manciata appena nel conto dei millenni, ma bastante perché il suo porto ne registri la subitanea crescita esponenziale in termini strutturali, economici, demografici.

Dalla metà del 1300, per circa quattro secoli, Trieste sarà un sonnacchioso e trascurato borgo di più o meno cinquemila anime fra salinari, pescatori, pastori e contadini, arrancanti in un cul de sac in fondo al mare Adriatico.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi