Contenuto riservato agli abbonati

Meglio sostituire la parola “Natale” con “Festività”, ma l’Unione Europea ritira il decalogo dell’inclusione

Trieste, l'allora sindaco Cosolini eliminò la parola Natale dai giochi di luce proiettati sul municipio. La foto, di Francesco Bruni, risale all'8 dicembre 2015

In vista del Natale, la Commissione europea aveva diramato le linee guida sulla comunicazione in un documento interno dal titolo «Union of Equality». Invece di dire «Buon Natale», meglio «Buone feste»

TRIESTE La commissaria europea all'Uguaglianza, Helena Dalli, ha ritirato le linee guida sulla comunicazione inclusiva che avevano innescato la polemica sull'uso della parola Natale. "La mia iniziativa di elaborare linee guida come documento interno per la comunicazione da parte del personale della Commissione nelle sue funzioni aveva lo scopo di raggiungere un obiettivo importante: illustrare la diversità della cultura europea e mostrare la natura inclusiva della Commissione europea verso tutti i ceti sociali e le credenze dei cittadini europei", spiega la commissaria.

"Tuttavia,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi