Contenuto riservato agli abbonati

Grendene e la Sdag di Gorizia entrano nel Cda di Interporto Trieste

L’indicazione arriva dalla Cciaa Venezia Giulia. Subentra al dimissionario Paoletti Ciarrocchi: «Cresce l’integrazione dei territori anche nel campo della logistica»

GORIZIA Il primo passo fu, nell’ottobre del 2019, l’acquisizione di una partecipazione azionaria ordinaria di Interporto Trieste spa. Un’operazione, si disse allora, «dal peso specifico elevatissimo» perché si andava a cementare la funzione di Sdag come retroporto. Ovviamente, tutto ciò avveniva (ed è avvenuto) nel rispetto dell’autonomia gestionale della società interamente di proprietà del Comune di Gorizia.

Oggi, arriva uno step ulteriore.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi