Contenuto riservato agli abbonati

Budapest adesso ha paura delle sanzioni degli Stati Uniti

Il premier Viktor Orban sarebbe entrato in una sorta di black list del presidente Usa Joe Biden. Per il ministro degli Esteri Szijjarto «una potenza straniera vuole influenzare il voto nel 2022»

BELGRADO Sindrome da accerchiamento, anche a causa di un’opposizione unita che fa paura, oppure timori reali.

Comunque la si veda, esisterebbe il rischio che il più popolare leader dell’Europa centro-orientale finisca a breve sulla “black list” americana e sia colpito addirittura da sanzioni, a pochi mesi dalle caldissime elezioni parlamentari in agenda nella primavera del prossimo anno.

Parliamo di Viktor Orban, premier magiaro che sarebbe entrato nel mirino della nuova amministrazione Usa e del presidente Joe Biden.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi