Contenuto riservato agli abbonati

«Al Porto franco credevamo solo noi» Il Coordinamento dei portuali chiede che il governo ora risponda a Gentiloni

26 agosto 2015: lo sciopero di mercoledì degli aderenti a Clpt che hanno chiesto l'applicazione dell'Allegato VIII

La reazione del Clpt dopo la lettera del commissario Ue

TRIESTE Oggi è il sindacato del no Green pass, ma il Clpt è nato e cresciuto sulla battaglia per il riconoscimento dell’extradoganalità del porto di Trieste. Dopo la lettera del commissario europeo Gentiloni e la richiesta che a porre il tema a Bruxelles sia il governo italiano, il Coordinamento dei lavoratori portuali rivendica di essere stato da sempre in trincea sull’attivazione integrale dell’Allegato VIII del trattato di pace.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Sci paralimpico, Mondiali: Martina Vozza in azione assieme alla guida Ylenia Sabidussi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi