Contenuto riservato agli abbonati

«Sul regime extradoganale del punto franco di Trieste l’ultima parola spetta al governo italiano»

L’indicazione della lettera inviata al Senato dal commissario Ue Gentiloni. Illustrati vantaggi e rischi dell’operazione

TRIESTE Sul pieno riconoscimento dell’extradoganalità del Porto franco di Trieste la Commissione europea rilancia la palla nel campo del governo italiano. Fa discutere la lettera firmata dal commissario per l’Economia Paolo Gentiloni in risposta alla risoluzione del Senato che aveva chiesto a Bruxelles di far partire l’iter per l’applicazione delle esenzioni doganali previste dall’Allegato VIII del Trattato di pace di Parigi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la passeggiata cinematografica è a Melara

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi