Contenuto riservato agli abbonati

L’indagine: aggressioni e minacce dopo la separazione in calo con il lockdown, poi un nuovo aumento

Indagine targata Università di Trieste, Goap, ateneo di Parigi e Inserm. E poi c’è l’aspetto delle battaglie legali per il controllo sui figli minori

TRIESTE Durante il primo lockdown c’è stato un aumento delle violenze sulle donne conviventi con un partner violento, mentre le donne non conviventi e i loro figli hanno invece trovato tregua dalle violenze. Per poi ritrovarsi nuovamente vittime nel momento in cui si è tornati alla cosiddetta normalità.

È questo il dato forse più rilevante di un’indagine di prossima pubblicazione (“Pensare la violenza contro le donne.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi