Contenuto riservato agli abbonati

«Contro il Covid in Austria misure fasciste»: l’uscita di Milanović fa infuriare Vienna

Zoran Milanovic (sin.) assieme ad Alexander van der Bellen

Scintille tra i due Paesi dopo le parole del premier croato che ha poi fatto marcia indietro. Coinvolti gli ambasciatori

ZAGABRIAÈ da un po’ di tempo che il presidente croato Zoran Milanović sta esternando su molti avvenimenti della vita nazionale ed internazionale, sempre con toni molto accesi e polemici, quasi a voler “urlare” che quella carica istituzionale gli sta alquanto stretta.

Questa volta però le grida del capo dello Stato croato hanno avuto come bersaglio le recenti rigorose norme anti Covid19 proclamate dall’Austria con un lockdown totale per almeno dieci giorni della vita sociale del Paese.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi