Sanitari sospesi in corteo con le tute da lavoro, l’indignazione dei colleghi: «Mancanza di rispetto verso di noi che restiamo in prima linea»

Foto Bruni

«L’utilizzo improprio delle tute bianche come simbolo di una lotta che non gli appartiene, lascia esterrefatti e costituisce un ulteriore sfregio verso i colleghi che in questo momento di ripresa pandemica sono già messi a dura prova anche per la loro assenza»

TRIESTE. Non si è fatta attendere la presa di posizione dei colleghi dopo la manifestazione di martedì pomeriggio a Trieste in cui un gruppo di sanitari no vax sospesi ha sfilato in corteo, indossando le tute bianche anticontagio da lavoro, per protestare contro obbligo vaccinale e Green pass. In un comunicato sottoscritto da “il personale e i professionisti di Asugi” il comportamento dei colleghi che hanno manifestato viene duramente stigmatizzato. 

«A seguito della manifestazione Corteo No Green pass del 23 novembre – si legge nel comunicato – vogliamo esprimere il nostro completo dissenso verso l’ennesima mancanza di rispetto nei riguardi degli operatori che sono VERAMENTE in prima linea da due anni ad assistere e curare non solo le persone colpite da Covid ma tutti i cittadini che ne hanno bisogno.

L’utilizzo improprio dei dispositivi di protezione individuali da parte dei sanitari sospesi, quali le tute bianche utilizzate come simbolo di una lotta che non gli appartiene, lascia esterrefatti e costituisce un ulteriore sfregio verso i colleghi che in questo momento di ripresa pandemica sono già messi a dura prova anche per l’assenza dei suddetti operatori e che con impegno, infinita professionalità e dedizione continuano a fare il loro lavoro».

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi