Contenuto riservato agli abbonati

Porto franco di Trieste: l’Ue non riconosce la natura extradoganale

Il Senato all’unanimità lo scorso settembre aveva chiesto alla Commissione Europea di attivare la procedura

Nell’indifferenza generale, il 18 scorso la Commissione Europea, con comunicazione a firma di Paolo Gentiloni, ha risposto alla risoluzione con cui il Senato, all’unanimità, il 7 settembre le aveva chiesto di attivare la procedura legislativa europea per l’esclusione dei punti franchi del Porto di Trieste dal territorio doganale dell’Unione europea, mediante modifica dell’articolo 4 del codice doganale dell’Unione, in ragione dell’origine internazionale dello speciale regime del Porto franco di Trieste, derivante dall’applicazione dell’Allegato VIII al Trattato di pace.

La

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi