Contenuto riservato agli abbonati

Il Coordinamento dei lavoratori portuali contro D’Agostino: «La rottura è un pretesto per schivare i problemi»

Il Clpt dopo la lettera dell’autorità portuale

TRIESTE «Per l’Autorità portuale lo sciopero contro il Green pass è stato solo un pretesto per rompere con il Clpt». Ne sono convinti i vertici del Coordinamento dei lavoratori portuali che accusano il presidente Zeno D’Agostino di aver colto la palla al balzo delle proteste di ottobre per interrompere le relazioni con il sindacato autonomo.

«Esprimiamo il nostro stupore – dice il segretario Sandi Volk – per la reazione scomposta, mentre un anno fa i portuali sono diventati degli eroi quando hanno bloccato il porto in occasione della rimozione del presidente D’Agostino».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, "Non una di meno" ricorda le 96 donne uccise quest'anno in Italia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi