Contenuto riservato agli abbonati

Centrale A2A e disastro ambientale: salta l’udienza preliminare

L’azienda eccepisce il vizio di notifica di conclusione indagini: primo atto di una lunga battaglia legale

Un vizio formale di notifica ha portato all’annullamento del decreto di fissazione dell’udienza, che a questo punto riporta sostanzialmente all’inizio, ossia all’avviso di conclusione delle indagini. Non è dunque “decollato” il procedimento preliminare in relazione alla centrale di Monfalcone che vede indagato l’ex direttore dell’impianto termoelettrico, ingegner Roberto Scottoni, 47 anni, in ordine al reato di disastro ambientale (articolo 452 quater, comma 1, numero 2, e comma 2 del Codice penale), nonché la società A2A EnergieFuture Spa, quale persona giuridica, ai fini della responsabilità amministrativa (articolo 25 undecies, decreto legislativo 231/01).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi