Contenuto riservato agli abbonati

Entro il 2100 piazza Unità a Trieste rischia di finire sott’acqua con Grado e Lignano

Arance al posto dell’uva sul Carso con il clima cambiato: sono alcuni degli scenari ipotizzati nel convegno nel palazzo della Regione alla presenza del climatologo dell’Ictp Premio Nobel Filippo Giorgi

TRIESTE Piazza Unità sott’acqua, ma anche Grado e Lignano mentre in Carso si coltiveranno le arance anziché l’uva. Sono le nefaste conseguenze che a lungo andare il cambiamento climatico eserciterà anche sul territorio del Friuli Venezia Giulia. Ne hanno dato conto gli esperti riuniti ieri all’incontro incontro "COP26: da Glasgow al Friuli Venezia Giulia, gli effetti del cambiamento climatico sul nostro mare", organizzato dalla Regione Fvg assieme ad Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Fvg (Arpa) e l’Istituto nazionale di oceanografia e di geofisica sperimentale (Ogs) nel palazzo dell’ente e moderato dal giornalista Roberto Vitale.

Video del giorno

Comunali 2022, primo dibattito pubblico tra candidati sul futuro di Gorizia

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi