Caserme, case e locali: il Demanio metteall’asta beni per oltre un milione di euro

Massimo Silvano

Le ex strutture militari, abbandonate e prese di mira da vandali, si trovano ad Aurisina, Pese, Monrupino e Muggia

TRIESTE. Nuova infornata di beni in vendita da parte del Demanio in provincia di Trieste. Tra questi ex caserme che nelle tornate precedenti non erano state messe sul mercato, sei in tutto, per un valore complessivo di oltre un milione di euro. Agli ex spazi militari si aggiungono due appartamenti, un locale, un box auto e un terreno, per ulteriori 445mila euro circa. Gli annunci sono stati pubblicati lunedì scorso, la scadenza per le offerte è fissata a metà dicembre. Un mese circa a disposizione per chi punta ad accaparrarsi beni che molto spesso sono in disuso da tempo.

Partendo dalle caserme c’è quella della Guardia di Finanza di Aurisina Cave, 700 metri quadrati interni più spazi esterni, al costo di 227mila euro, in uno stato manutentivo definito pessimo. Anche l’edificio in vendita a Muggia, in via Flavia di Stramare, veniva utilizzato dalla Guardia di Finanza, un comprensorio costituito da un edificio principale, da un garage e da un deposito, per circa 1300 metri quadrati, oltre a un giardino, e anche qui lo stato dell’immobile è indicato come pessimo. Prezzo di base 199.400 euro.

In località Pese un’altra caserma ancora attende un nuovo acquirente, anche questa volta apparteneva alla Gdf e comprende due unità immobiliari con accessi separati ma facenti parti di un unico corpo di fabbrica e un’area scoperta di pertinenza, 919 metri quadrati a 141mila euro. Era adibito a caserma della Polizia di Frontiera il fabbricato di Draga Sant’Elia da 877 metri quadrati, a 166.230 euro, con una zona all’aperto e pure qui, come i casi citati prima, con ingenti lavori di ristrutturazione necessari. Su strada della Rosandra ecco in vendita un altro spazio ex Gdf, 1170 metri quadrati a 252.690 euro, caserma più un’autorimessa e un ampio ambiente esterno. Quella che versa in condizioni peggiori, osservando le foto pubblicate sull’annuncio di vendita, è quella di Monrupino, pesantemente danneggiata sia fuori che dentro, 866 metri quadrati a 184.115 euro. Era una casera dei Carabinieri.

In molti immobili è richiesto al futuro proprietario un aggiornamento catastale e l’eventuale rimozione degli oggetti ancora rimasti all’interno, anche se quasi tutti gli edifici ormai risultano vuoti. Ma se le caserme sono abbandonate da anni, alle volte prese di mira anche dai vandali, si trovano in condizioni migliori gli altri immobili di diverso tipo che finiranno all’asta alla fine dell’anno. È il caso di un appartamento in via Udine, da 188.500 euro, uno a Duino, da 126.500 euro e un altro in via Pirano, da 43.050. C’è anche un terreno a Muggia, in via Frausin, a poco più di 7mila euro, un box auto in via Canciani, da 18.600 euro, e un ex locale in via Udine, composto da locale bar, cucina, sala da pranzo e wc, a 61.550 e all’interno dalle immagini si vedono ancora tutti gli arredi rimasti.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bari, rimorchiatore affonda al largo della costa pugliese: le operazioni di soccorso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi