In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il primo progetto per collegare la città con l’altipiano risale addirittura al 1937 e porta la firma del professor Marino Zorzini, che voleva collegare i 730 metri da Barcola alla Napoleonica, dove doveva sorgere un complesso turistico, con una funivia. Da allora più volte l’idea di un impianto a fune è stata presentata dalla politica. Se ne ricordano in particolare quelle di Roberto De Gioia e, nel 2005, del gruppo consiliare di Forza Italia, con Piero Camber, il quale aveva raccolto il progetto dell’architetto Giulio Marini che nel 1994 era stato bocciato dalla Regione: non più un collegamento dal Cedas a una struttura turistica ma con il tempio mariano di Monte Grisa. Giorgio Rossi, all’epoca assessore all’Urbanistica, definì «geniale» la proposta, aggiungendo però un profetico «servirà del tempo». (an.pi.)

I commenti dei lettori