Contenuto riservato agli abbonati

Janša rende onore ai domobranci e in Slovenia scoppia la polemica

Una corona d’alloro deposta alla tomba nel cimitero di žale a Lubiana da un Picchetto d’onore dell’Esercito 

LUBIANA La storia e i conti mai chiusi che si trascina dietro. Ne sa qualche cosa la Slovenia che solo negli ultimi anni ha scoperto le foibe in cui i titini gettavano i fascisti, i domobranci e chi era semplicemente cattolico. Esecuzioni sommarie che hanno portato alla morte di almeno 20 mila persone e i lavori della speciale commissione sul tema continuano con ricerche di ulteriori siti del terrore.


Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/13 Live Speciale Quirinale - Salti di fine stagione. Con Corrado Augias e Stefano Folli

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi