Contenuto riservato agli abbonati

La votazione segreta in Senato affossa la legge Zan anti-omofobia

Il centrodestra non fa passare la norma: in Aula finisce 154 a 131. Per Letta prima sconfitta. Salvini invece esulta

Roma

«Dichiaro aperta la votazione», declama la presidente del Senato Elisabetta Casellati. «Dichiaro chiusa la votazione, il Senato approva». E per il Ddl Zan è la fine: 154 voti a favore della sua uccisione, 131 voti contrari. Un disastro per il centrosinistra, Pd e M5s, una vittoria per la destra, Lega e Fdi e Forza Italia. Che abbattono in un colpo la legge approvata alla Camera nel novembre 2020: «È stata sconfitta l’arroganza di Letta e dei grillini - si compiace Matteo Salvini - che hanno detto no a tutte le proposte di mediazione.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi