Contenuto riservato agli abbonati

Il virus non frena l’economia dell’Est Europa. Riviste al rialzo le previsioni di crescita del Pil

Gli analisti dell’Istituto Wiiw di Vienna ipotizzano per il 2021 un balzo del 5,4%, superiore a quello nel resto del continente

È oggi l’epicentro mondiale della pandemia, con casi e morti record, in particolare in Serbia, Bulgaria e Romania. Ma il virus non ha fermato l’economia, che quest’anno ritornerà a “ruggire” in tutta la regione, facendo addirittura meglio dell’Eurozona. Non sono però tutte luci. È l’inaspettato verdetto di fonti autorevoli, in testa il Vienna Institute for International Economic Studies (Wiiw), uno dei think tank più attenti a Balcani ed Europa centro-orientale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi