Contenuto riservato agli abbonati

Storia di un confine che prima non c’era e poi si è dissolto

Sulle frontiere da valicare si è consumato il Novecento

TRIESTE «Sul confine della Montana e del Dakota una quindicina di tori selvatici trovavansi sulla strada ad un tiro di fucile davanti il treno il quale s’era potuto arrestare a tempo». La parola “confine” appare la prima volta su Il Piccolo l’11 gennaio 1882 in versione western. A Trieste, negli ultimi anni dell’Austria Felix, il confine non esiste proprio. Il 13 gennaio Il Piccolo rivendica l’assenza di frontiere: «Di questi giorni verrà presentato al Ministero dell’Interno una istanza per la concessione d’una nuova società in azioni.

Video del giorno

L'attacco dei razzi russi contro i cannoni Usa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi