Contenuto riservato agli abbonati

Storia di un confine che prima non c’era e poi si è dissolto

Sulle frontiere da valicare si è consumato il Novecento

TRIESTE «Sul confine della Montana e del Dakota una quindicina di tori selvatici trovavansi sulla strada ad un tiro di fucile davanti il treno il quale s’era potuto arrestare a tempo». La parola “confine” appare la prima volta su Il Piccolo l’11 gennaio 1882 in versione western. A Trieste, negli ultimi anni dell’Austria Felix, il confine non esiste proprio. Il 13 gennaio Il Piccolo rivendica l’assenza di frontiere: «Di questi giorni verrà presentato al Ministero dell’Interno una istanza per la concessione d’una nuova società in azioni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi