Ricordati i caduti lucinichesi con la divisa austroungarica

LUCINICO. «Questo è il 21° anno che Lucinico onora i suoi caduti che hanno combattuto nelle file dell’Esercito Austro Ungarico nella Prima guerra mondiale. Caduti lontano dalle loro famiglie sui fronti dei Carpazi, della Galizia e della Volinia. Il loro sacrificio è sempre rimasto vivo nel ricordo dei figli, dei nipoti e dei pronipoti. Alcuni sopravvissuti sono rientrati in famiglia e hanno raccontato le privazioni, i patimenti e le sofferenze incontrate durante l’immane tragedia del conflitto».

Questa la premessa storica fatta da Giovanni Bressan, presidente dell’associazione Lucinis, nel partecipare alla cerimonia in Strada Vecchia a Lucinico.

Il presidente ha ringraziato Mario Sanson per essere stato ideatore e artefice della realizzazione del monumento. «Con questo suo lavoro è stato precursore dei tempi, suggellando il loro ricordo che sembrava entrare nell’oblio di tutti. Un’iniziativa poi che si è ulteriormente rafforzata – ha rimarcato Bressan – con la successiva costruzione del monumento che trova ubicazione al centro del Paese vicino alla Posta. Qui sono scolpiti nomi e cognomi di una novantina di soldati grazie alle lunghe e minuziose ricerche fatte dall’indimenticato storico lucinichese Giorgio Cargnel».

Altrettanto caloroso è stato il saluto di Sanson che ha ringraziato Bressan e i tanti convenuti all’annuale incontro. Oltre agli alpini lucinichesi guidati dal capogruppo Gabriele Montanar, sono intervenute tutte le Associazioni d’Arma con i propri gagliardetti, così come una delegazione della Croce Nera, l’Onor Caduti austriaca rappresentata dal segretario Ivaldi Calligaris. Presente anche il presidente dell’associazione del Nastro Azzurro Giovanni Guerini.

Dopo la deposizione delle corone il parroco don Moris ha impartito la benedizione con l’accompagnamento del coro San Giorgio. L’assessore Silvana Romano ha portato i saluti del sindaco Ziberna alla cerimonia sempre toccante e significativa. Presenti altresì il presidente emerito di Lucinis, Giorgio Stabon, e l’attuale vice presidente, Renzo Medeossi, nonché il consigliere comunale con delega per Lucinico Rinaldo Roldo.

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi