Contenuto riservato agli abbonati

Aziende sanitarie, reparti sguarniti e decisioni calate dall’alto. I sindacati dei medici incalzano la Regione

Otto sigle denunciano pesanti carenze di personale. La replica: «Vorremmo assumere, ma non si trovano le figure»    

TRIESTE Da eroi a lavoratori costretti ad operare, come in passato, in reparti sguarniti di personale. Così si descrivono i dirigenti medici nella nota dell’Intersindacale inviata per segnalare l’ormai cronica carenza di risorse umane (solo nell’Azienda del Friuli centrale si parla di 380 unità in meno rispetto al 2018), e il mancato coinvolgimento nelle decisioni che contano sul futuro del Servizio sanitario regionale, in applicazione del Pnrr nazionale.

Stiamo

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi