Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, ecco spiegato il dietrofront dei no green pass: «Rischio di atti violenti. Saltano corteo e raduno»

Stefano Puzzer nel video in cui chiede ai no green pass di restare a casa

Il coordinamento di Puzzer annulla le iniziative previste venerdì e sabato a Trieste Decisivo il temuto arrivo di estremisti anche dall’estero pronti a provocare scontri

TRIESTE La vigilia di un venerdì ad alta tensione, in una Trieste blindata, con posti di blocco attuati già dalla mattinata all’ingresso della città (dal bivio di Miramare all’obelisco di Opicina) e un dispiegamento di forze dell’ordine con pochi precedenti negli ultimi anni, potenziato da arrivi di reparti anche da fuori regione. Nel primo pomeriggio la decisione di Costa crociere, proprio per ragioni di ordine pubblico, di deviare le due navi bianche che dovevano attraccare a Trieste e, subito dopo, l’avviso del Comune: chiusi in via precauzionale tutti i musei, le biblioteche e le sale espositive.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi