In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L’iniziativa

Sarà Solidea odv, organizzazione di volontariato, ex onlus, di Romans d’Isonzo, a ricevere quest’anno l’ambito Premio Bontà, 16ª edizione, che annualmente viene assegnato, assieme ad altri riconoscimenti, dall’Unione nazionale cavalieri d’Italia, sezione di Gorizia. Stavolta il sodalizio goriziano ha trovato la collaborazione del Comune di Gradisca d’Isonzo e il patrocinio della Bcc di Staranzano e Villesse. L’iniziativa, che viene proposta in diverse località, rientra nel 23° Convegno interregionale dei titolari di onorificenze al merito della Repubblica italiana. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti si terrà domenica nella sala del Palazzo comunale in via Ciotti a Gradisca d’Isonzo. Per l’occasione verranno pure assegnati il 2° premio Donne di valore, l’11° premio Bontà Unci Coni allo Sport e il 7° premio Solidarietà bambini. L’Unci è un’associazione apartitica e senza fini di lucro, nata a Verona il 20 giugno 1980, con lo scopo di riunire tutti coloro che sono insigniti di onorificenze cavalleresche della Repubblica Italiana, al fine di mantenere alto il sentimento per il riarmo civico, di tutelare il diritto e il rispetto delle istituzioni cavalleresche e di contribuire a rendere gli insigniti esempi di probità e correttezza civile e morale. Solidea, presieduta da Pietro Colugnati, si è guadagnata questo riconoscimento per il ruolo di tutela delle persone più deboli, operando sul territorio dal 2001, a titolo completamente gratuito, grazie ai contributi volontari di tante persone. Solidea offre un trasporto a tutte quelle persone che devono raggiungere le varie strutture sanitarie, ma concede pure in comodato gratuito, come da statuto, delle attrezzature sanitarie a quanti ne fanno richiesta. Basti pensare che dal 2001 a oggi ha acquistato e fornito del materiale sanitario per ben 420 mila euro. Lo scorso anno ha pure donato all’Asugi un gastroscopio da 51 mila euro, quest’anno una sonda urologica da 22 mila euro. Solidea ha già ottenuto un riconoscimento dal Comitato Isontino per la Tutela della salute, il Cur di Pais dal Comune, il Blaudin d’Arint dalla Bcc e il Premio regionale solidarietà dal Comitato provinciale di coordinamento tra associazioni per la tutela dei disabili. —

I commenti dei lettori