Sei nuove vittime Covid, record da maggio

Decessi registrati tutti nella Venezia Giulia. Torna a salire la curva dei contagi. Trieste resta tra le province più colpite

In un contesto di rialzo dei contagi che dura da una decina di giorni sul territorio regionale, nella Venezia Giulia si registrano sei vittime con diagnosi Covid. Si tratta dal dato più alto in Fvg dal 13 maggio, un’inaspettata impennata in piena campagna vaccinale. Nel bollettino di giornata diffuso dal vicepresidente con delega alla Salute Riccardo Riccardi, si informa del decesso di un uomo di 68 anni di Ronchi dei Legionari e di cinque donne: di 84 e 94 anni di Muggia, di 86 anni e 90 anni di Trieste, di 89 anni di Sagrado. Dalla Regione si fa sapere che tre di queste sei persone risultavano vaccinate.

Il totale delle vittime da inizio pandemia è ora di 3.839: 836 a Trieste, 297 a Gorizia, 2.026 a Udine, 680 a Pordenone. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 7 (un ingresso di giornata), mentre nei reparti Covid a media e bassa intensità sono assistiti 46 cittadini (l’incremento è di 9 unità negli ultimi quattro giorni). I totalmente guariti sono 110.197, i clinicamente guariti 29 e 888 le persone in isolamento. Quanto ai contagi, ne sono stati individuati 81, la somma tra i 68 emersi da 4.475 tamponi molecolari (1,52%) e i 13 dai 24.796 test antigenici (0,05%).

Sempre molto alta la quantità dei controlli rapidi da quando, lo scorso 15 ottobre, è entrato in vigore l’obbligo di Green pass per poter lavorare. I no vax, o comunque gli indecisi rispetto alla vaccinazione, continuano a preferire la via del tampone ogni 48 ore.

Per quanto riguarda il sistema sanitario regionale, sono state rilevate le positività di un infermiere e di un'ostetrica del Burlo e di un assistente sanitario e di un operatore socio sanitario dell'Asugi. Nessun contagio, invece, nelle strutture residenziali per anziani, né tra gli ospiti né tra gli operatori.

La curva si conferma in salita. Dal 13 ottobre a ieri si sono contati 541 positivi, il 27% in più dei sette giorni precedenti. La provincia di Trieste è ancora una volta il territorio più colpito. L’incidenza settimanale è salita a 133 casi ogni 100.000 abitanti, il valore più alto d’Italia, stando agli aggiornamenti della Protezione civile, davanti a quelli di Vibo Valentia, Ravenna, Pistoia e Catania. L’incidenza triestina è più che tripla rispetto a quella della provincia di Gorizia (39/100.000/sette giorni) e sei volte superiore a quella del Friuli: 23/100.000 a Pordenone, 19/100.000 a Udine. A livello regionale l’incidenza ieri era di 45/100.000, il dato più alto dal 24 settembre. Dal 29 febbraio 2020, giorno del primo caso di coronavirus in Fvg, hanno contratto il virus complessivamente 115.006 persone: 23.784 a Trieste (+41), 13.772 a Gorizia (+3), 52.793 a Udine (+18), 23.054 a Pordenone (+16), e 1.603 da fuori regione (+3).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Parolacce, gaffe, piazzate: ecco tutti gli show di Massimo Ferrero

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi