Contenuto riservato agli abbonati

Monte Maggiore, cresce la protesta contro il pedaggio

Per i pendolari costi fino a 2.400 euro l’anno

PINGUENTE. Riemerge ciclicamente il malcontento degli istriani, soprattutto degli imprenditori e degli autotrasportatori residenti nel centro della penisola, per il pagamento del pedaggio del tunnel sotto il Monte Maggiore, di cui proprio quest’anno ricorre il 40° anniversario. Un pedaggio che ha il sapore non solo del danno ma anche della beffa: «Ma come - affermano - la galleria era stata costruita con l’autocontributo della popolazione (all’epoca imposto dal regime jugoslavo) e ora la paghiamo una seconda volta?».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi