In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

FOGLIANO

Nell’area festeggiamenti di Redipuglia, sono comparsi operai e materiali pronti per la costruzione di una nuova antenna per telefonia mobile della compagnia Iliad. Antenna che sorgerà accanto al palco dell’area utilizzata per la sagra di San Giacomo. Qualche mese fa è nato il comitato spontaneo contro l’antenna. La costruzione, oltre ad innalzarsi nel bel mezzo dell’area festeggiamenti, si trova vicina alla chiesa, a una scuola materna e al nido per l’infanzia. L’area parrocchiale è un importante luogo di aggregazione per le famiglie, zona che ospita feste di compleanno per i più piccoli, mentre per i giovani è il luogo dove partecipano alla dottrina. Qui, oltre agli appuntamenti che offrono al paese momenti di svago e tradizione come la sagra paesana e la “seima”, si svolgono, ormai da numerosi anni, frequenti attività di aggregazione, quali corsi di ballo, coro, teatro, cene sociali e tombole pomeridiane, sempre con particolare attenzione per gli anziani. Insomma la scelta del sito, a parer del comitato, è decisamente infelice, soprattutto considerato che la disponibilità è stata data da chi dovrebbe, secondo i suoi portavoce, «avere a cuore lo stare insieme e la cura del prossimo». Il comitato ha proposto una raccolta firme, sottoscritta da 424 persone, per chiedere che fosse individuato un altro sito. La petizione è stata consegnata all’amministrazione comunale lo scorso 14 settembre e, da quella data, il comitato non ha più avuto notizia sulla prosecuzione del progetto. Da parte dell’amministrazione comunale, sempre secondo i portavoce, non è stato intrapreso un dialogo con il comitato e la comunità per cercare di trovare una soluzione alternativa. Si chiede, quindi, alla Curia, proprietaria dell’area in questione, di prendere in considerazione l’impatto sociale della presenza dell’antenna in uno dei pochi luoghi di aggregazione di Redipuglia e così vicino ai servizi per l’infanzia e quindi di non proseguire con la costruzione dell’antenna. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori