In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

All’istituto Macor le lezioni di storia si fanno sul campo

Esperienza nella necropoli longobarda per cinquanta alunni della prima media

Edo Calligaris
1 minuto di lettura

l’iniziativa

Edo Calligaris / ROMANS

Sono riprese a Romans d’Isonzo, a cura della locale associazione di rievocazione storica “Invicti Lupi”, affiancata dal gruppo di ricerca “I Scussons”, le lezioni di storia alternativa per le tre classi della prima media, della sezione di Romans, dell’Istituto comprensivo “Celso Macor”. Per un’intera mattinata, più di 50 scolari hanno ruotato tra il museo archeologico allestito nella sede municipale, la necropoli longobarda di via Molino e l’area antistante il palasport di via Atleti Azzurri. Il tutto per approfondire diverse tematiche della storia dei longobardi e della loro presenza a Romans, dove nel 1986, in via Molino, è stata scoperta una necropoli che ha dato finora la luce a circa 350 sepolture coi loro preziosi corredi, custoditi nel museo di Romans ma pure nel museo archeologico di Cividale. Si tratta di un modo pratico per raccontare e far rivivere alle nuove generazioni, alcuni importanti aspetti del nostro passato in modo che fin da giovani i ragazzi inizino ad amare e a ricordare la propria storia. L’iniziativa è stata sposata dall’Istituto scolastico e dai docenti, che collaborano per promuovere e avvalersi del supporto didattico ad integrazione dell’annuale manifestazione di rievocazione storica Romans Langobardorun.

Le prossime tappe saranno i laboratori didattici, che verranno organizzati nel corso dell’intero anno scolastico, mentre altre scolaresche, anche da fuori regione, come avviene da alcuni anni, possono usufruire di questa iniziativa, contattando l’asssociazione Invicti Lupi, disponibile a guidare gli scolari nel corso di queste visite. Merita aggiungere che il Mibact ha dato ufficialmente atto del contributo di 950 mila euro, assegnato al progetto per la realizzazione del Museo di Romans. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori