Contenuto riservato agli abbonati

Il presidente D’Agostino sfida i portuali ribelli: «Sono in un vortice più grande di loro»

Il presidente chiama a raccolta la maggioranza silenziosa e attacca Puzzer: «Se mi dimetterò la colpa sarà sua»

TRIESTE Zeno D’Agostino continua a parlare di dimissioni, ma qualcosa sta cambiando nella percezione del presidente dell’Autorità portuale, che nella conferenza convocata giovedì parla del suo possibile addio, ma fa anche appello affinché «la maggioranza silenziosa dei portuali» faccia vedere da che parte sta dal 16 ottobre in poi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi