Contenuto riservato agli abbonati

Green pass e tamponi: caos al Porto di Trieste, ecco che cosa è successo

Zeno D’Agostino incontra i portuali, scesi in piazza poche ore dopo contro la sua destituzione. Foto del 6 giugno 2020

«Sono sì vax e sì Green pass. Il governo ora non può tornare indietro, si entrerebbe in una situazione di debolezza»

TRIESTE Zeno D’Agostino è deciso a dimettersi se venerdì, giorno in cui entrerà in vigore l’obbligo di Green pass nei luoghi di lavoro, i portuali concretizzeranno la minaccia di bloccare le attività a oltranza in segno di protesta contro il decreto del governo. Quelle due parole, «a oltranza», sono l’elemento discriminante, fa capire il presidente dell’Autorità triestina. Il Porto non può essere fermato, tanto meno per lungo tempo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi