Norma Cossetto ricordata a 78 anni dal martirio

la cerimonia

Autorità, rappresentanti del mondo dell’associazionismo istriano e tanti semplici cittadini, hanno fatto da corollario alla toccante cerimonia svoltasi nel tardo pomeriggio di ieri a Chiarbola a ricordo del martirio di Norma Cossetto, nel 78esimo anniversario della sua morte, avvenuta per mano dei partigiani di Tito in una foiba a Villa Surani, nel cuore dell’Istria.


«La presenza di un numero così elevato di persone qui oggi è la testimonianza di quanto la tragedia di Norma Cossetto faccia parte della storia di tutti - queste le parole di Renzo Codarin presidente dell’Anvgd nazionale - ed è ancora più significativo il fatto che il suo ricordo si svolga nel rione dove, più che altrove in città, si sono installate famiglie di esuli istriani». «Il Giorno del Ricordo - ha aggiunto Codarin - ha fatto sì che la storia di Norma sia diventata patrimonio di tutta Italia, ne sono testimonianza le vie e i parchi a lei dedicati, comparsi recentemente in giro per il Paese».

Prima della deposizione dei fiori e della fine della cerimonia, sigillata dalle note dell’Inno di Mameli, il sindaco Roberto Dipiazza ha ricordato come «è sempre una grandissima emozione partecipare a commemorazioni come questa, perché le nuove generazioni devono sapere cosa è accaduto in passato in queste terre».—lo.de.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi