Contenuto riservato agli abbonati

Banche dati sanitarie violate dagli hacker. La Regione rassicura «Qui nessun furto»

Registrate solo incurisioni nei sistemi di società extra Insiel. «Nessuna gestione illecita delle informazioni dei cittadini»

TRIESTE Nessun cittadino del Friuli Venezia Giulia ha subito il furto dei propri dati sanitari. Le violazioni, che pure ci sono state in qualche struttura del sistema, sono state denunciate al Garante e risolte senza gestione illecita delle informazioni. Lo assicurano la Regione e Insiel, rispondendo alla sollecitazione del consigliere del Partito democratico Roberto Cosolini che ha rilanciato un’inchiesta di Milena Gabanelli, pubblicata sul Corriere online, in cui il Fvg compare tra i 35 sistemi informatici della sanità italiana sotto attacco hacker negli ultimi due anni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Parolacce, gaffe, piazzate: ecco tutti gli show di Massimo Ferrero

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi