Contenuto riservato agli abbonati

Mancano i requisiti antisismici: il cavalcavia di Cormons resterà chiuso

L’opera in calcestruzzo risale agli anni Sessanta e non risponde alle attuali norme. Sarà il Tar a decidere chi dovrà effettuare la messa in sicurezza tra Comune e Rfi

CORMONS Il cavalcavia su via Judrio accanto al cimitero di Cormons non ha i necessari requisiti anti-sismici, pertanto non riaprirà fino a quando un giudice non stabilirà chi dovrà svolgere i relativi lavori di riqualificazione. È ciò che è emerso in consiglio comunale dove, su volontà dell’amministrazione Felcaro, sono intervenuti per spiegare lo stato dell’arte sulla situazione l’avvocata Teresa Billiani (che ha sostenuto le tesi del Comune nella recente causa intentata al tribunale amministrativo regionale da Rfi dopo l’ordinanza urgente di gennaio emessa dal sindaco in seguito ad alcune segnalazioni di crolli di intonaci e materiale dal sovrappasso in questione) e dell’ingegner Raffaele Feruglio (che ha svolto le perizie tecniche di parte sulla struttura).

La

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi