Contenuto riservato agli abbonati

La riforma sanitaria ricomincia da territorio e Case della comunità

La Regione recepisce con una delibera il piano nazionale del governo Draghi. Si rimette in moto il percorso stoppato dal Covid, ma servono i fondi del Recovery

TRIESTTE La giunta Fedriga approva la prima delibera per l’attuazione della riforma sanitaria varata a fine 2019. La pandemia ha stravolto i piani e rallentato il processo, ma il vicepresidente Riccardo Riccardi ha ora ottenuto il via per cominciare la riorganizzazione di una parte importante dell’assistenza territoriale.

Dopo aver deciso di conservare l’unità fra ospedale e territorio ereditata dal centrosinistra, la Regione guidata del centrodestra prevedeva una serie di interventi per sostenere l’integrazione dei sistemi, ma il Covid e il Pnrr hanno messo l’iniziativa nelle mani del governo, che ha stabilito per tutta Italia gli indirizzi per la sanità territoriale, fornendo precise indicazioni numeriche su quante “case di comunità”, “ospedali di comunità” e “centrali operative territoriali” dovranno prendere forma in...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi