Contenuto riservato agli abbonati

Slovenia, quella “via Tito” che non si riesce a cancellare

MURSKA SOBOTA A 41 anni dalla sua morte nei Paesi della sua Jugoslavia oramai divenuta “ex”, non si fa che parlare ancora di lui: il dittatore maledetto o il capo di Stato illuminato, la jugonostalgia imperversa e i “luoghi di Tito” vengono venduti dalle agenzie di viaggio ai turisti di tutto il mondo, con in testa quegli degli Stati Uniti da sempre un po’ deboli in storia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, nasce il "Coordinamento 15 ottobre"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi