Contenuto riservato agli abbonati

Trieste capitale del Prosecco? Il monito di Patuanelli: «Si evitino le divisioni fra viticoltori del Carso»

Il riferimento alla diversità di vedute tra le organizzazioni di settore emersa sul progetto Trieste capitale del Prosecco

«Trovare una strada comune all’interno del mondo dei viticoltori del Carso, per dare impulso a tutte le attività che ne fanno parte». È stato chiaro domenica 26 settebre il ministro per le Politiche agricole, il triestino Stefano Patuanelli, parlando a un incontro promosso dall’Associazione agricoltori (Kmecka Zveza). Recentemente infatti quest’ultima organizzazione ha avanzato la proposta di fare di Trieste “la capitale del Prosecco”, in modo da «rafforzare le richieste dei viticoltori», venendo però subito criticata dall’altra struttura rappresentativa della categoria, l’Associazione dei viticoltori del Carso, che si è dissociata, ipotizzando «un progetto più ampio, che punti invece a esaltare i prodotti autoctoni, come la Vitovska, facendo dell’altipiano una terra di eccellenze enogastronomiche».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, sabato mattina continua il presidio dei portuali

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi