Contenuto riservato agli abbonati

Sei anni per lo stupro e il pestaggio in via Galatti

Il palazzo abbandonato in via Galatti teatro della violenza (Foto Lasorte)

Il giovane si era appartato con la vittima in uno stabile abbandonato per venderle dello stupefacente. Poi la violenza

TRIESTE. Sei anni di carcere per il ventottenne che lo scorso dicembre aveva violentato una ragazza in uno stabile abbandonato di via Galatti 14.

Inayatullah Akhonzada, questo il nome del condannato, è un richiedente asilo di origini afghane – un ex militare – che all’epoca dei fatti era ospite di una struttura di accoglienza cittadina. L’uomo si era appartato con la vittima, una coetanea conosciuta a Trieste, con il pretesto di venderle dello stupefacente.


La sentenza di condanna è stata pronunciata dal gup Luigi Dainotti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi