Contenuto riservato agli abbonati

Partita aperta Unicredit-Mps: in bilico il futuro di 50 bancari triestini

TRIESTE. Sette filiali su nove chiuse. E, nelle due rimaste aperte, la clientela costretta, in coda, a lunghe attese. È stato partecipato, ieri a Trieste, lo sciopero indetto da First Cisl, Fabi, Fisac Cgil, Uilca e Unisin nelle filiali di tutta Italia del Monte dei Paschi di Siena per la «mancanza di notizie a seguito dell’interessamento espresso da Unicredit, possibile acquirente dell’istituto».

«Chiediamo

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, nasce il "Coordinamento 15 ottobre"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi